Informativa al Pubblico

Informativa al pubblico - III Pilastro
La Banca d’Italia, con la Circolare n. 263 del 27 dicembre 2006: “Nuove disposizioni di Vigilanza prudenziale per le banche”(Allegato A, Titolo IV) definisce le modalità con cui le banche devono fornire al pubblico le informazioni, definite sinteticamente “Terzo Pilastro di Basilea 2”.

La normativa di riferimento, per la predisposizione dell’”Informativa al Pubblico - Pillar 3”, prevede che gli intermediari hanno l'obbligo di pubblicazione di informazioni riguardanti la propria adeguatezza patrimoniale, l'esposizione ai rischi e le caratteristiche generali dei sistemi preposti all'identificazione, alla misurazione e alla gestione di tali rischi.

Il documento è suddiviso in parti denominate “Tavole” ed è redatto su base consolidata con riferimento ad un’area di consolidamento “prudenziale”(cfr “Tavola 2 – Ambito di applicazione”). Le Tavole possono includere sia una “parte qualitativa”, con l’obiettivo di fornire una descrizione delle strategie, processi e metodologie nella misurazione e gestione dei rischi, che una “parte quantitativa”, con l’obiettivo di quantificare la consistenza patrimoniale delle Banche, i rischi cui le stesse sono esposte, l’effetto delle politiche di CRM applicate.

In essere
Informativa al Pubblico al 31.12.2016

Storico
EX Banca di Credito Cooperativo di Montepulciano
EX Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco-Umbro