Reclami

La Banca Valdichiana Credito Cooperativo di Chiusi e Montepulciano, è da sempre particolarmente attenta alle relazioni con Soci e Clienti, per cui, il personale delle Filiali è a disposizione per qualsiasi necessità e chiarimento. Nel caso in cui però, sorga una controversia tra il Cliente e la Banca, relativa a prodotti e servizi bancari e finanziari o a servizi di investimento, il Cliente può presentare un reclamo, anche per lettera raccomandata a/r o per via telematica, indirizzato a:

Banca Valdichiana Credito Cooperativo di Chiusi e Montepulciano
Via Porsenna, 54
53043 Chiusi (SI)
Tel. 0578 230700 (centralino) - Fax 0578 230788
mail: reclami@bancavaldichiana.bcc.it  
PEC: reclami@bancavaldichiana.legalmail.it  

La Banca deve rispondere entro 30 giorni dal ricevimento, se il reclamo è relativo a prodotti e servizi bancari e finanziari (conti correnti, carte di credito e di pagamento, mutui, finanziamenti ...), o entro 90 giorni dal ricevimento se il reclamo è relativo a servizi di investimento.
Dopo aver presentato un reclamo, se non è soddisfatto dell'esito o non ha ricevuto risposta entro i termini previsti, prima di rivolgersi al Giudice, il cliente può ricorrere ai seguenti sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie:

1. Arbitro Bancario e Finanziario (ABF):

  • se la controversia riguarda operazioni e servizi bancari e finanziari;
  • se la contestazione è riferita ad operatività posteriore al 1° gennaio 2009;
  • se l’importo richiesto non supera la somma di € 100.000, nel caso di richieste di denaro;
  • se non sono trascorsi più di 12 mesi dalla presentazione del reclamo alla Banca.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet www.arbitrobancariofinanziario.it o chiedere informazioni presso le Filiali della Banca d’Italia e/o presso le Filiali della Banca di Credito Cooperativo di Montepulciano

2. Ombudsman-Giurì Bancario, istituito presso il Conciliatore Bancario Finanziario:

  • se la controversia riguarda servizi e attività di investimento;
  • se il fatto oggetto della controversia è stato posto in essere nei 2 anni precedenti il giorno della presentazione del reclamo;
  • se l’importo richiesto non supera la somma di € 100.000, nel caso di richieste di denaro;
  • se non è trascorso più di un anno dalla presentazione del reclamo all’intermediario.

 Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet www.conciliatorebancario.it 

3. Camera di Conciliazione ed Arbitrato istituita presso la Consob:

  • se la controversia riguarda la violazione di regole di informazione, correttezza e trasparenza nella prestazione dei servizi e attività di investimento o nella gestione collettiva del risparmio;
  • se la Banca non ha risposto al reclamo entro il termine stabilito o se la risposta non è soddisfacente.

 Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet www.camera-consob.it 

Se il cliente intende rivolgersi al giudice egli - se non si è già avvalso della facoltà di ricorrere ad uno degli strumenti alternativi al giudizio sopra indicati - deve preventivamente, pena l’improcedibilità della relativa domanda, rivolgersi all’ABF oppure attivare una procedura di mediazione finalizzata alla conciliazione presso il Conciliatore Bancario Finanziario. Le parti possono concordare, anche successivamente alla conclusione del contratto, di rivolgersi ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore Bancario Finanziario purché iscritto nell’apposito registro ministeriale.